Violenta aggressione in via Taranto: in ospedale 32enne colpito con una bottiglia in testa

L'episodio ieri alle 22.30 in via Taranto. La vittima è stata aggredita in strada da un gruppo di giovani.

2503

Ancora violenza in città. L’ultimo episodio nella serata di ieri, nei pressi dell’obelisco e del centro storico, dove un uomo leccese è stato inseguito e poi aggredito con ferocia da alcuni individui sui quali si sta ora indagando. Il fatto si è verificato intorno alle 22,30 quando la vittima, un 32enne, è stata avvicinata da alcuni ragazzi (sarebbero stati in due, ma potrebbero anche essere di più)  in via Taranto, dove sono cominciati minuti di vero incubo.

Il 32enne, un uomo noto alle forze dell’ordine, è stato colpito in più punti del corpo dai suoi aggressori. Ma non è tutto. Il malcapitato, già ferito e dolorante per i calci e i pugni subiti, è stato inseguito fino al locale che ospita la lavanderia “Bollicine” per poi essere colpito persino alla testa. Un cittadino ha notato la scena e allertato il numero di pronto intervento. Sul posto, gli agenti della sezione volanti, i quali hanno prestato soccorso al ferito e avviato le indagini per risalire all’identità ai responsabili del pestaggio. Il 32enne non verserebbe in gravi condizioni. Accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi”, ha riportato diversi traumi che guariranno nel giro di diversi giorni.

Purtroppo, la videocamere installata all’interno della lavanderia a gettoni non risulta funzionante. Ma gli uomini della squadra mobile leccese ne stanno cercando altre in tutta l’area circonstante, mentre sono in corso anche le ricerche di eventuali testimoni che potrebbero fornire dettagli utili al lavoro investigativo. Il personale della questura, sin dai primi istanti successivi all’accaduto, ha ascoltato la vittima. La verità potrà essere ricostruita soltanto attraverso le sue dichiarazioni, nelle quali potrebbero anche essere contenuti i nomi degli stessi aggressori.