Una metro di superficie da Lecce a Gallipoli. Firmata la convenzione

676

Una metropolitana da Lecce a Gallipoli. Ora si può. Tranquilli, nessuno inizierà a scavare gallerie sotterranee da qui ai prossimi vent’anni. La metro di cui si parla è di superficie, che altro non è che un miglioramento dei servizi offerti dalla linea ferroviaria già presente, quella delle Ferrovie Sud-Est. La novità è che Gallipoli, in un primo momento assente dal progetto che vedrà coinvolti i comuni di Nardò, Carmiano, Copertino, Galatone e Novoli, adesso ne fa parte. Il commissario straordinario Guido Aprea infatti ha dato disposizione al Comune di aderire alla convenzione per la redazione di un progetto per lo sviluppo della mobilità sostenibile. Gallipoli diventa importante perché ci sarà un potenziamento anche del servizio di trasporto pubblico e dei collegamenti per le destinazioni turistiche.

I Comuni aderenti al progetto presenteranno una domanda per accedere ai fondi della Cooperazione territoriale europea dell’asse Italia-Albania-Montenegro 2014-2020. A tal proposito il sindaco di Nardò, Marcello Risi, ha incontrato a Tirana il ministro dei trasporti albanese Edmond Haxhinasto, il quale ha apprezzato il progetto e ribadito la partnership del governo albanese. Adesso toccherà ricevere l’approvazione da parte del ministero delle Infrastrutture italiano. E poi si potrà partire. Incrociamo le dita.