Soleto. Evade dai domiciliari dopo la condanna: la fuga all’estero termina con l’arresto. In carcere 20enne

340

Evade dai domiciliari dopo la condanna: la fuga all'estero termina con l'arresto. In carcere 20enne

SOLETO (Lecce) – Condannato in primo grado a quattro anni di reclusione, evade dagli arresti domiciliari e fugge all’estero.

Avrebbe raggiunto il Marocco per poi spostarsi in altri paesi europei durante la sua fuga, Abderrahim Tabet, il 20enne di nazionalità marocchina ma residente di fatto a Zollino,che ieri è stato tratto in arresto in flagranza dai carabinieri della stazione di Soleto.

Il giovane, dopo la condanna per una rapina che avrebbe commesso con un complice nel maggio 2016 a Bologna, era stato ristretto ai domiciliari nella sua abitazione situata nel comune griko. Da lì, però, si era allontanato tempo fa facendo perdere le proprie tracce. Le indagini subito attivate hanno permesso di ricostruire i suoi spostamenti e rintracciarlo.

I militari, entrati in contatto con il 20enne, sono riusciti a convincerlo a fare rientro in Salento per non peggiorare ulteriormente la sua posizione nei confronti della giustizia. Tabet si è costituito e, concluse le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Lecce.