Schiaffeggia e minaccia i piccoli alunni: sospesa maestra di scuola materna

L’insegnante è stata ripresa dalle telecamere nascoste dopo la segnalazione di una coppia di genitori: sono 47 gli episodi di violenza certificati.

19593

Filmata dalle telecamere nascoste mentre maltratta i suoi piccoli alunni: è stata sospesa dal pubblico servizio un’insegnante 61enne della scuola materna, con specifica misura interdittiva che vieta di esercitare l’attività di insegnante presso istituti pubblici e privati per sei mesi, emessa dal gip del Tribunale di Lecce, Edoardo D’Ambrosio, su richiesta della Procura ed eseguita dai carabinieri della Compagnia di Gallipoli

La complessa indagine, condotta dai militari della stazione di Nardò, era partita dalla segnalazione dei genitori di un bambino di tre anni, in particolare, che avevano notato da qualche tempo il cambiamento umorale e comportamentale del figlio, persino restio ad andare a scuola.

I genitori del fanciullo, presentandosi davanti ai carabinieri, descrivevano con ogni dovizia di particolari le anomalie comportamentali riscontrate, portando all’attenzione degli inquirenti di aver notato sulle gambe del piccolo diversi lividi, tutti di forma pressoché circolare, al rientro della giornata scolastica. Le indagini, coordinate da Donatella Palumbo, Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Lecce, consentivano di dimostrare quanto accadeva all’interno delle mura scolastiche per mano dell’insegnante.

Il monitoraggio ambientale attraverso le registrazioni audio e video, all’interno della scuola, ha portato a verificare l’accaduto, e a far scattare la misura contro l’insegnante. Le registrazioni rilevavano come la donna mettesse in atto sistematiche e quotidiane vessazioni psico-fisiche nei confronti degli alunni, con i restanti componenti della classe che osservavano inermi e terrorizzati il comportamento violento dell’insegnante. Si distinguevano il pianto e la disperazione dei piccoli nelle occasioni verificate, ben 47 accertate dagli inquirenti nel corso delle indagini: nello specifico, la maestra ricorreva a strattonamenti, schiaffi e sculacciate nonché offese e minacce di ogni genere, causando modo sofferenza e mortificazione ai piccoli fanciulli.