Salento, gli scatti nelle grotte: il panorama è mozzafiato

1843

Cinquanta chilometri di costa rocciosa salentina, una litoranea di panorami mozzafiato, un progetto fotografico durato tre anni. È un omaggio alle terre di origine dell’autore, tra grotte, cunicoli sottomarini e storie di pescatori. Giorgio Nuzzo raccoglie per il suo portale Imagine31 le foto di un Salento da scoprire, partendo dalla sua Marittima, tra Otranto e Santa Maria di Leuca. “Vorrei partire da una citazione: ‘Vallo a spiegare, il mare, a chi non ci è nato’ – racconta – per assaporare la bellezza di questa costa bisogna scendere in mare, in barca, a piedi e delle volte anche in canoa, ed è qui che le grotte, spesso nascoste, fanno la loro comparsa”. A essere ritratte in questo miscuglio di scoglio, azzurro dell’acqua e effetto sorpresa sono: grotta Zinzulusa, grotta Palummara e grotta Azzurra a Castro; grotta Verde nel comune di Andrano; grotta dei Monaci a Tricase; grotta della Bocca del Pozzo, laghetto della Bocca del Pozzo, grotta degli Innamorati e grotta delle Cipolliane a Gagliano del Capo