Progetto Effedil, scoperte proprietà sull’utilizzo della canapa nel settore della bioedilizia

669

canapa

Le forte resistenza della canapa è la principale caratteristica che l’ha resa oggetto di nuove applicazioni nella bioedilizia. A dimostrarlo sono stati gli studi del Centro Ricerche Enea di Brindisi, che ha valutato i vantaggi dell’impiego di questo materiale in alternativa ai comuni minerali utilizzati nella coibentazione, dando vita al progetto “Effedil”.

I test hanno dimostrato che l’utilizzo della canapa migliora le prestazioni energetiche dell’edificio ma soprattutto che ha effetti positivi sull’ambiente poiché migliorando l’isolamento termico permette la diminuzione dell’utilizzo delle fonti energetiche, riducendo così l’inquinamento. Ha buone capacità di  traspirazione e resistenza ai batteri impedendo la formazione di condensa e muffe. Inoltre, in caso di incendio, le fiamme si propagherebbero più lentamente.

La canapa potrebbe essere dunque in nuovo futuro di edifici sostenibili ed efficienti.