PIIIL CULTURA: Piano strategico della cultura. Capone a Taranto per la seconda tappa

343

Il distretto Produttivo regionale Puglia Creativa e le Fondazioni della regione si sono riuniti ieri al Teatro Tatà di Taranto per la seconda tappa di Piiil, il Piano strategico della cultura che orienterà le politiche culturali regionali del prossimo decennio.

Erano presenti le fondazioni: Paolo Grassi, Focara di Novoli, Pino Pascali, Carnevale di Putignano, Giuseppe Di Vagno, alle associazioni Presidi del libro, Tra il dire e il Fare, Armamaxa, Artes, Eclettica, ai Teatri di Bari, Teatro Le Forche, Cantieri Teatrali Koreja, Crest, al Carpino Folk Festival, Locus Festival, Locomotive Jazz Festival. L’obiettivo di questi incontri è quello di ragionare sulle ipotesi e strategie di sviluppo del sistema culturale pugliese.

“Da Taranto, dal Tatà, dal quartiere Tamburi, in un momento decisivo della storia di questa comunità, – ha affermato l’assessore regionale all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone – noi oggi gridiamo che serve più cultura. Perché Taranto non è soltanto la città dell’industria, Taranto è la città della cultura e la cultura muoverà la sua economia del futuro. La cultura come sapere, capace di stimolare la consapevolezza, il pensiero critico, l’attitudine a risolvere i problemi, la cultura come bussola di civiltà, soprattutto oggi, in un tempo così piccolo, che cambia così velocemente e stringe i pugni sull’individualismo, a discapito del bene, che è comune, però, solo se realmente condiviso”.

La Capone afferma poi che finalmente ci sono segnali positivi per il futuro grazie alla cultura e alla collaborazione.

Presenti, insieme alla Capone, Aldo Patruno, direttore del dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio Regione Puglia, Paolo Ponzio, coordinatore del Piano strategico della Cultura per la Puglia, Francesco Cascino – Contemporary Art Consultant – Direttore artistico Arteprima Non profit – Docente di Arte, Mercato, Rigenerazione e Sviluppo, Alessandro Leogrande, scrittore, vicedirettore del mensile «Lo straniero», Guido Guerzoni, docente SDA Bocconi.