Pensioni, esclusi dalla quattordicesima i contributi Svizzeri. Decine di ricorsi

606

inps

Come ogni anno migliaia di pensionati della provincia di Lecce, assieme alla pensione del mese di luglio, stanno ricevendo la cosiddetta quattordicesima. Si tratta di una mensilità aggiuntiva per i pensionati conquistata dai sindacati  nel 2007 che viene erogata solo alle pensioni contributive.

Ci sono diversi requisiti necessari per poterla ottenere, primi fra tutti l’età, che deve essere pari o superiore ai 64 anni e il reddito, che  non deve superare i 9.786,86 euro. E i contributi derivanti dal lavoro svolto in Svizzera? Molte sono le denunce che in questi giorni stanno arrivando presso SPI e INCA Cgil Lecce: dal calcolo del reddito sono state escluse queste prestazioni di lavoro che, pur essendo di poche diecine di euro, per quella che secondo i sindacati è un’errata interpretazione dell’Istituto, fa perdere il diritto al beneficio.

Occorre, in questi casi, presentare ricorso all’INPS tramite il patronato INCA CGIL.

Ecco gli importi della quattordicesima in pagamento: ai pensionati ex dipendenti, con un’anzianità contributiva di 15 anni, spettano 336 euro; da 15 a 25 anni, 420 euro: sopra i 25 anni, 504 euro; ai lavoratori ex autonomi si aggiungono 3 anni per ogni fascia, con gli importi invariati. Hanno diritto a una quattordicesima ridotta coloro che hanno un reddito superiore a 9.786,86 euro ma inferiore alla somma di questo più l’importo della somma aggiuntiva.