Meteo Italia. Temporali al Nord tra martedì e giovedì. Entro sabato fine del caldo record ovunque

330

Fino a venerdì caldo estremo al Centro-sud, poi sabato aria più fresca in arrivo

 L’eccezionale ondata di caldo che ha visto superare molti record assoluti di temperatura da Nord a Sud, si è interrotta nelle regioni settentrionali con il passaggio di un intenso fronte temporalesco, seguito da aria un po’ più fresca. Al Nord lunedì mattina presto le temperature hanno registrato valori inferiori di 5/8 gradi rispetto ai giorni scorsi. Fino a giovedì farà ancora caldo al Centro-sud, nonostante un temporaneo lieve calo delle temperature nella giornata odierna al Centro, specie sul versante adriatico. Per avere una definitiva interruzione di questa imponente ondata di calore bisognerà attendere l’ultima parte della settimana: tra venerdì e sabato, infatti, affluirà aria più fresca sul nostro Paese, sospinta da moderati venti nord-occidentali. Proprio venerdì avremo gli ultimi picchi di caldo intenso solo all’estremo Sud dove l’ondata di calore cesserà nella giornata di sabato. La settimana che si apre vedrà condizioni di variabilità al Nord, con fasi instabili e temporali che potranno coinvolgere a tratti anche aree di pianura. In modo marginale potranno essere coinvolte anche le regioni centrali, mentre al Sud con buona probabilità non arriveranno precipitazioni significative ancora per molti giorni.
Previsioni meteo per martedì. Su Emilia Romagna, settori dell’alto Adriatico, regioni centro-meridionali e Isole tempo in prevalenza soleggiato: maggiori addensamenti nel pomeriggio lungo la dorsale appenninica e nelle zone interne della Sardegna, dove non si esclude del tutto la possibilità di sporadici e brevi acquazzoni. Nel resto del Nord nuvolosità variabile con atmosfera a tratti instabile: la probabilità di rovesci o temporali sarà più elevata sin dal mattino su Alpi occidentali e Valle D’Aosta in estensione nel pomeriggio/sera al settore alpino e prealpino centro-orientale. In questo frangente potranno essere coinvolte anche le pianure del Piemonte e della Lombardia, specie quella settentrionale. Attenzione perché i fenomeni potranno essere localmente anche di forte intensità. Temperature massime in lieve aumento su Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche zone interne del Sud, in calo all’estremo Nordovest. Valori tra 35 e 40 gradi al Centro-sud e nelle Isole.