MALTEMPO con temporali anche forti, poi variabile e ancora cambiamento

367

PREVISIONI METEO 11-17 SETTEMBRE 2017 ED EVOLUZIONE
La forte perturbazione, coadiuvata da una serie d’impulsi d’instabilità sostenuta da aria fresca nord-atlantica, è in piena azione sull’Italia. Il maltempo appare esaltato da una profonda depressione che evolverà lentamente verso levante. Come normalmente avviene all’inizio dell’autunno, l’energia a disposizione dei temporali è tanta e per questo le precipitazioni assumono forte intensità, con anche nubifragi.

E’ dovuto a questo l’eccezionale maltempo che ha interessato alcune regioni tirreniche, con l’alluvione lampo accaduta a Livorno, ed il nubifragio su Roma.

Ci attende un’evoluzione del maltempo piuttosto complessa e di lenta trasformazione, con la perturbazione che ad inizio settimana persisterà ancora su gran parte della Penisola, con riferimento al Centro-Sud e alle Venezie. Tra mercoledì 13 e giovedì 14 dovrebbe comunque instaurarsi meteo più stabile, ma con nuove perturbazioni saranno in agguato a partire dal Nord Italia, a conferma di un trend ormai sempre più autunnale.

AUTUNNO E PIU’ FRESCO PER PIOGGE E TEMPORALI
Le forti piogge e temporali hanno favorito una flessione termica verso valori più autunnali a partire dal Centro-Nord. Al Sud le temperature caleranno in avvio di settimana, quando ci sarà la fase acuta del maltempo. Poi con il miglioramento ci sarà un nuovo rialzo termico temporaneo, con temperature di nuovo prossime alla norma. Non si intravedono ritorni di caldo estivo, ma semmai nuove più incisive irruzioni fresche.

ELEVATO RISCHIO NUBIFRAGI, LE ZONE PIU’ ESPOSTE
La rotta del vortice di bassa pressione potrebbe subire piccole variazioni, tuttavia il rischio nubifragi sarà più elevato prima lungo il versante tirrenico e poi anche al Sud. Già si sono verificati diversi forti nubifragi, ma questo è il periodo più favorevole dell’anno anche per le alluvioni lampo.

I mari caldi, per via del fatto che è appena finita l’estate, rappresentano un ulteriore fattore capace di esaltare l’intensità dei temporali, che quando si autorigenerano sulla stessa zona possono portare quelle che vengono chiamate “bombe d’acqua”, termine molto usato dai media per definire un nubifragio a carattere violento.

METEO INIZIO SETTIMANA CON MALTEMPO PERSISTENTE
Giornata di lunedì contrassegnata da forti precipitazioni ancora al Centro-Sud e Venezie ma con tendenza ad attenuazione dei fenomeni. Martedì il grosso delle precipitazioni investirebbe il Nord-Est e le regioni adriatiche, mentre altrove si avrebbe un miglioramento seppur con una certa variabilità. Bel tempo che potrebbe poi conquistare temporaneamente l’intero Paese mercoledì 13 settembre, con graduale rialzo termico.

Nessun ritorno d’estate è all’orizzonte, visto che nuove perturbazioni potrebbero intervenire subito dopo, sebbene senza fasi di maltempo così acute. Sembra quindi rafforzarsi il trend autunnale di settembre, con perturbazioni che hanno strada facile nello spingersi verso il Mediterraneo. E sembra che quest’andamento possa caratterizzare anche l’evoluzione dopo metà settembre.