Malasanità. Finiti i soldi sospese le visite gratuite.

742

Attese lunghe oppure l’unica alternativa è pagare di tasca propria. Questa la scelta che si vedono proporre le persone che vanno ai Cup (Centri unici di prenotazione) per prenotare visite o esami diagnostici. Chi può mette mano al portafoglio e chi non può si mette paziente in coda. Ecco il motivo: l’Asl di Lecce, a differenza di quanto accadeva sino allo scorso anno, ha sospeso al 31 marzo la prenotazione ai privati accreditati e questo ha creato il cortocircuito con annessi malumori e proteste dei cittadini. E allo sportello i cittadini-pazienti si sentono rispondere che non c’è alcuna certezza. Che neanche “accontentarsi” di una visita medica per l’estate o per l’autunno cambia le cose.