Lo Street food in Italia: Lombardia e Puglia leader nel consumo. Coldiretti analizza

491

Mangiare è uno dei quattro scopi della vita. Quali siano gli altri tre nessuno lo ha mai saputo” (Proverbio cinese)

E la nuova tendenza, messa in luce da un’analisi di Coldiretti, condotta online sul proprio sito, che afferma come sempre più italiani e stranieri consumino cibo in strada.

La Regione che, più di tutte, pare interessata dal fenomeno dello street food è la Lombardia, seguita dalla Puglia. Il consumo riguarda principalmente i prodotti MADE IN ITALY, come arancini, piadine e arrosticini: quasi l’81% sul totale. Segue, poi, il consumo di cibi stranieri, come gli hot dog e, infine, quello dei cibi etnici come il kebab.

Dalla campionatura effettuata emerge anche la tendenza straniera a consumare cibo italiano: in testa alla classifica de più golosi ci sono, infatti, i russi.

Tale indagine di Coldiretti, comunque, è stata pubblicata proprio nel momento in cui migliaia di agricoltori si sono mobilitati verso Roma per manifestare in difesa dell’identità alimentare italiana che rischia di scomparire dai centri storici.

Ecco perché sono stati organizzati, fuori dal PalaTiziano a Roma, banchetti e Apecar che, gratuitamente, distribuiranno cibo rigorosamente made in Italy.

Per non dimenticare che “l’uomo è ciò che mangia”.