Incendio nel deposito del supermercato. Danni e paura in via Leuca

Incendio nel deposito del supermercato. Danni e paura in via Leuca Il rogo si è diffuso nel primo pomeriggio all'interno di un locale dove sono stoccate le merci. Intervento dei vigili del fuoco per domare le fiamme. Sul posto anche gli agenti delle volanti e la polizia locale

5201

Erano circa le 15 quando alcuni passanti hanno visto uscire del fumo da sotto una delle due saracinesche del supermercato DiMeglio, al civico 34 di via Leuca, proprio nella zona centrale della lunga arteria cittadina.

L’incendio, divampato all’interno di un vasto vano usato come deposito, si era ormai già propagato e aveva attecchito sulle merci stoccate. I vigili del fuoco arrivati sul posto con  due camionette e altri mezzi di supporto, hanno dovuto indossare i respiratori per farsi largo in una spessa coltre di fumo. Il calore ha disciolto anche materiali plastici, come diverse bottiglie d’acqua accatastate sulle pedane, rendendo l’aria irrespirabile in una vasta zona.

Strada chiusa al traffico per ore

In breve, sul posto, sono arrivati anche agenti delle volanti della questura, che avocherà a se le indagini, e la polizia locale. Il traffico è stato bloccato all’altezza dell’incrocio con le vie Lazio e Sicilia, dirottando le auto verso quest’ultima strada. Un autobus della Sgm che stava passando pochi istanti prima che fosse chiuso l’accesso, è rimasto bloccato per via di mezzi e uomini dei vigili del fuoco presenti, che hanno dovuto chiudere una porzione di strada con nastro bianco e rosso, e ha dovuto fare retromarcia.

Il caso ha voluto che il rogo sia divampato nel momento di minimo afflusso, considerando l’orario, o la situazione avrebbe rischiato di assumere una piega caotica per il traffico. Lo stesso DiMeglio, in quel momento, era chiuso al pubblico e dentro non c’era nessuno. L’attività avrebbe riaperto i battenti per il turno pomeridiano nell’arco di un’ora circa. Ma ora dovrà restare chiuso in attesa di riparare i danni e rendere gli ambienti nuovo praticabili.

Ingenti i danni nel supermercato

Il fumo ha inevitabilmente invaso anche gli altri ambienti del supermercato e i problemi, quindi, non si sono limitati solo al magazzino. Tanto che i vigili del fuoco hanno dovuto richiedere l’apertura anche della saracinesca che chiude l’ingresso principale, usando potenti aspiratori per ricacciare il fumo verso l’esterno. Difficile stabilire i danni, al momento, ma sicuramente ammonterà a decine di migliaia di euro, fra quelli infrstrutturali e dovuti alla merce andata perduta.

Le cause precise da accertare

Quanto alle cause, non sembrerebbe ravvisarsi il dolo. Non sarebbero stati trovati segni di forzatura e, stando ai primi rilievi, tutto potrebbe essere nato a causa del cortocircuito di un frigorifero. Accertamenti più approfonditi, comunque, sono ancora in corso. Di certo, l’azione del fuoco e del fumo è stata di tale violenza, da squagliare anche una delle due insegne del market e annerire la parete della palazzina che ospita l’attività commerciale fin quasi alla sommità, coinvolgendo anche un appartamento sovrastante.