E’ morto Andy Grove, fondatore di Intel e padre della Silicon Valley.

494

Andy Grove, il fondatore di Intel, è morto all’età di 79 anni. Fuggito dall’Europa e divenuto uno dei pionieri della Silicon Valley gettando le fondamenta della sua crescita, Grove ha «reso possibile l’impossibile, ha ispirato generazioni di imprenditori e business leader» afferma Brian Kraznich, amministratore delegato di Intel.

c234fe12337aa914be9d60fb027aa90c-kEKC-U1070697374910z4C-1024x576@LaStampa.itLo ha annunciato l’azienda senza specificare la causa del decesso, anche se Grove ha combattuto per anni contro il morbvo di Parkinson. Grove, nato in Ungheria, e fuggito dal Paese nel 1956 per sfuggire alla repressione sovietica, era presente alla fondazione di Intel nel 1968 e divenne il suo presidente nel 1979 ed amministratore delegato nel 1987. Dal 1997 al 2005 ha ricoperto la carica di presidente del CDA dell’azienda. Intel ha sottolineato il ruolo essenziale di Grove nel passaggio dalla produzione di chip di memoria a quello di microprocessori. Sotto la sua guida Intel sviluppò processori come il 386 e il Pentium che aiutarono la nascita e lo sviluppo dell’era dei personal computer. Quando era al timone della compagnia, Intel aumentò i ricavi annuali da 1,9 miliardi a 26 miliardi di dollari.

intel-building_678x452

Grove era arrivato negli Stati Uniti dopo la fuga dall’Europa alle prese con i postumi della guerra. È stato uno dei fondatori di Santa Clara, dove ha sede la Intel. Grove ha giocato un ruolo centrale nello sviluppo di Intel da start up negli anni 1960 a maggiore produttore al mondo di semiconduttori. Uno dei suoi maggiori meriti è stato quello di imporre in tutto il mondo il nome di un produttore di componenti come Intel, divenuto chiave per la diffusione dei personal computer. Grove è inoltre l’autore del libro “Only the Paranoid Survive” che spiega come prevedere e superare una crisi d’azienda. È stato mentore dei grandi nomi della tecnologia, inclusi Larry Ellison, Steve Jobs e Mark Zuckerberg.

ObitGroveJPEG-00ca1_1458612854-kEKC-U1070697374910i5-680x438@LaStampa.it

L’amministratore delegato della Apple, Tim Cook, ha ricordato così Grove: “Era uno dei giganti del mondo della tecnologia. Amava il nostro Paese e ha sintetizzato l’America al suo meglio, riposi in pace.