Conca Specchiulla, crolla un altro pezzo di falesia

Il masso ha ceduto negtli ultimi giorni: la zona, soggetta a cedimenti, è interdetta alla balneazione.

7324

Crolla un altro pezzo di falesia sul litorale a Nord di Otranto, in località Conca Specchiulla. Un grosso masso è precipitato in mare per effetto delle onde: un fenomeno naturale che più volte si ripete e che mette a rischio l’incolumità di chi frequenta quei tratti di costa anche solo per una passeggiata. La pericolosità di quel tratto di litorale adriatico è ben nota all’amministrazione di Otranto e all’autorità costiera che vieta la balneazione e qualsiasi altra attività in mare a meno di 50 metri dalla costa. Lungo la litoranea che prosegue in territorio di Melendugno esistono dei cartelli che indicano la pericolosità della falesia, ma nel punto in cui ha ceduto il grosso masso, fra la spiaggetta del “buco” e della “conchiglia”, non ci sono dei cartelli ben visibili ma solo uno, venuto giù con un precedente smottamento.