Cantieri all’ingresso e al centro della città. Partono lavori per le nuove rotatorie

Da lunedì a Nardò gli interventi per la zona dei bagni pubblici e di piazza Mazzini con modifiche alla circolazione anche per i bus. A breve i lavori anche all’ingresso di via Lecce

36

Nardò città-cantiere. Settimana cruciale quella che si apre oggi sul fronte delle opere pubbliche in città, con la prevista apertura dei cantieri nella zona compresa tra corso Galliano e lo slargo di piazza Mazzini.

Sono iniziati i lavori di riqualificazione dell’area intorno ai bagni pubblici di corso Galliano e di ripristino funzionale degli stessi bagni. Si tratta di un intervento da 211 mila euro, progettato dal geometra Santo Durante e dall’architetto dell’Area Funzionale n. 1 Dario Gaballo e affidato alla ditta AG Lavori Edili e Ristrutturazioni, che dopo anni di incuria, consentirà appunto la riqualificazione di questa zona pedonale che costeggia le mura antiche. Attraverso una massiccia manutenzione straordinaria (che eliminerà i vecchi e pericolosi lucernari in vetro cemento) si procederà al ripristino dei servizi igienici al piano interrato chiusi da anni e alla realizzazione di un punto di ritrovo e aggregazione al piano terra, con area a verde (di 90 metri quadri), giochi per bambini, pavimentazione in pietra di Trani, panchine in vetro, balaustre in Corten e una copertura sull’ingresso alle scale dei bagni, oltre a un impianto di videosorveglianza.

Domani, martedì 26 febbraio, aprirà invece pochi metri più avanti il cantiere dell’incrocio della “porta ti lu Pepe”. Si tratta in questo caso di un intervento da 239 mila euro, progettato dall’ingegnere Antonio Vaglio e dal geometra Marco Donadei e affidato alla Nuova Fise s.r.l., che ridefinirà lo snodo tra corso Galliano, via Pilanuova, via Generale Cantore e via Grassi, oggi caratterizzato da un flusso veicolare particolarmente intenso in alcune ore della giornata e che causa spesso sinistri, ingorghi e manovre forzate. Nascerà dunque una rotatoria che consentirà velocità di percorrenza ridotte e una maggiore agilità delle manovre di ingresso e di uscita dei veicoli dalle confluenze. Al centro un’isola verde con essenze vegetali ornamentali (le attuali e pregiate palme dattilifere e un albero di pepe, simbolo della porta di accesso al centro storico). Saranno rifatti gli attraversamenti pedonali e i marciapiedi e saranno individuati percorsi pedonali “protetti”, soprattutto a beneficio delle persone con disabilità. Sulla corsia parallela a corso Galliano sarà invertito il senso di marcia. L’altra novità importante che l’intervento contempla, è la ristrutturazione del tratto di fognatura pluviale che si sviluppa in sotterraneo a partire da via Cavour, costeggia corso Galliano e si immette verso via Cantore. Si tratta di un manufatto in pessimo stato che determina un deflusso non regolare e frequenti smottamenti sino in via XXV Luglio e che, approfittando dell’intervento per la rotatoria, verrà completamente sostituito da una nuova condotta fognaria.

“Dopo mesi di studio progettuale e di lavoro burocratico, che ho seguito personalmente ogni giorno – dice il sindaco Pippi Mellone – è giunto il momento finalmente di aprire i cantieri. I neretini dovranno sopportare qualche piccolo sacrificio in termini di disagi alla circolazione, ma so già che saranno i sacrifici più dolci, premessa di una città più sicura e più bella. Non vedo l’ora di godere di questa zona della città completamente trasformata”.

Con l’apertura del cantiere della rotatoria, sarà necessaria qualche modifica alla circolazione veicolare (previste dall’ordinanza n. 54 del 21 febbraio a firma del dirigente dell’Area Funzionale n. 3 Cosimo Tarantino). Sarà istituita la circolazione dei veicoli in rotatoria su piazza Mazzini, con direzione di marcia antioraria e con diritto di precedenza su tutti i veicoli in immissione sulla stessa da Corso Galliano, via Pilanuova, via Grassi e via Cairoli. Ci sarà il senso unico di circolazione sulla tratta di corso Galliano compresa tra le intersezioni con via Vittoria e via Pilanuova (direzione di marcia piazza Mazzini). Sarà invertito il senso unico di circolazione sulla tratta parallela interna di corso Galliano (direzione di marcia piazza Diaz). Infine, sarà interdetta la circolazione ai mezzi dei trasporti pubblici su corso Galliano, piazza Mazzini e via Grassi con conseguente spostamento delle attuali fermate. Gli autobus transitanti su via XX Settembre potranno utilizzare percorsi alternativi proseguendo su via De Gasperi, via Acquaviva o via Duca degli Abruzzi. Gli autobus transitanti su via XXV Luglio potranno utilizzare percorsi alternativi proseguendo su via Siciliano, via Due Giugno o via Roma.