Assegno anti-disoccupazione: parte la fase sperimentale

415

Si concretizza l’10, studiato per far in modo che il disoccupato non spenda il denaro che riceve se non è interessato a trovare un’occupazione. L’assegno non è, infatti, un sussidio passivo ma serve per ricollocare il soggetto interessato nel mondo del lavoro.

La somma erogata va dai 1000 ai 5 mila euro, in base a coefficienti di valutazione del  reale impegno a trovare un impiego.

Per il momento è in partenza solo una fase sperimentale, con la quale verranno erogati circa 30 mila assegni per i richiedenti nei primi mesi del 2017.

Funziona così: l’assegno è spendibile entro 12 mesi e va all’operatore  che lo potrà incassare solo se colloca il disoccupato. Quest’ultimo, se rifiuta delle buone offerte di lavoro, ricorrerà in sanzioni o nella revoca da parte della Naspi.