Xylella, distrutti dal maltempo gli ulivi resistenti al batterio

Le piante, pronte ad essere inviate nel Salento, sono state distrutte da un nubifragio in Sicilia.

5

Le piantine di ulivo resistenti alla xylella destinate a ripopolare gli uliveti salentini sono state distrutte dal maltempo. È accaduto in Sicilia, in un vivaio della provincia di Catania che il Ministero dell’Agricoltura aveva autorizzato a coltivare e distribuire piante capaci di resistere al batterio killer.
L’ultima ondata di nubifragi che ha colpito la costa occidentale della Sicilia si è abattuta sulle serre in questione, rendendo inutilizzabili 130mila piante destinate alle province di Lecce e Brindisi. A comunicarlo è stato il presidente del Consorzio di produttori Dop di Terra d’Otranto Giovanni Melcarne. Il programma sperimentale di sostituzione delle piante subisce così uno stop imprevisto che potrebbe compromettere per diversi mesi la reintroduzione di esemplari di cultivar Favolosa.
Si conta ora di ricevere le nuove piante entro marzo 2019. Ad ogni modo, per avere un’analisi attendibile sui risultati bisognerà attendere un paio d’anni.