Travolti da un’auto salvando altre vite: sindaco elogia due carabinieri

l brigadiere Damiano Mele e l’appuntato scelto Giuseppe Tarantini sono di Trepuzzi. Feriti entrambi, in una situazione ad alto rischio a Brindisi

4302

Trepuzzi non si parla d’altro. Il brigadiere Damiano Mele e l’appuntato scelto Giuseppe Tarantini, entrambi trepuzzini, sono assurti alle cronache dopo un episodio che li ha visti coinvolti. Con il loro intervento, rischiando la vita a causa di una collisione, sono riusciti a mettere al sicuro altre persone. Martedì 29 maggio, infatti, sono stati travolti da un’autovettura. Salvando però dalla collisione una donna e l’autista di un pullman che si erano fermati, a causa di un incidente.

E’ successo sulla variante di Brindisi, poco prima dello svincolo per il rione Casale, in direzione nord. E’ Brindisireport a riportare la dinamica. I due militari, che prestano servizio presso il Norm della compagnia carabinieri di Brindisi, intorno alle 21 del 29, sono stati inviati dalla sala operativa sulla variante della strada statale 16. Una Fiat Punto, infatti, si era appena schiantata contro un pullman della Seat, fermatosi in panne sul margine della carreggiata, a causa della rottura della coppa dell’olio motore. Una situazione di rischio molto alto, considerando l’asfalto viscido e la scarsa visibilità.

 “Non appena siamo giunti sul posto – ha raccontato Mele – abbiamo visto una donna (la conducente della Punto, ndr) che camminava contromano sulla strada, in preda al panico. Abbiamo urlato e azionato i lampeggianti per mettere in sicurezza sia la signora, sia il conducente del pullman. Contestualmente abbiamo chiesto i rinforzi, per le procedure del caso.E’ stato in quel momento che è arrivata una Fiat Multipla. I due carabinieri sono stati travolti. E poco dopo anche una Fiat Panda ha sbandato, sempre per l’asfalto viscoso, urtando contro il guard-rail, subito dopo il pullman. “Il collega Tarantini – spiega ancora Mele – è stato preso di striscio. Io sono stato investito in pieno, andando a finire contro il guardrail”.

I due sono stati trasportati dal personale del 118 presso l’ospedale “Perrino” di Brindisi. Ad avere la peggio è stato Mele, dimesso con delle costole incrinate e contusioni al polso e alla caviglia. Contusioni al ginocchio, invece, per Tarantini. Ieri, comunque, sono rientrati a casa. E, certo, se la sono vista molto brutta, per arginare una situazione complessa. Fino a mettere in pericolo la loro stessa vita.

L’elogio del sindaco di Trepuzzi

La vicenda non è passata inosservata a Trepuzzi, dove entrambi, risiedono, tanto che il sindaco Giuseppe Maria Taurino e l’amministrazione comunale, a nome della città, hanno espresso sulla pagina ufficiale del Comune un sentito ringraziamento a entrambi congratulandosi con loro “per il gesto eroico con il quale hanno salvato due vite umane, mettendo a repentaglio la propria incolumità”. “Siamo fieri di voi – sottolinea il sindaco in una nota – il valore dei due militari trepuzzini oltre a mettere in risalto l’alta formazione della Benemerita, inorgoglisce tutta la Città di Trepuzzi, che riconosce ai due carabinieri il merito di essere intervenuti all’istante pur consapevoli che quel gesto avrebbe potuto avere un risvolto ben più grave”.