Tragedia a Giorgilorio: muore per soffocamento a soli 18 anni.

Un’assurda vicenda, nel pomeriggio, nella frazione di Surbo. All’arrivo degli operatori del 118, la ragazza era ormai in arresto cardiaco.

285

GIORGILORIO (Surbo) – Una notizia drammatica ha scosso la comunità di Giorgilorio, la piccola frazione di Surbo, nel corso del primo pomeriggio. Ilaria Vitelli, una ragazza di 18 anni compiuti a fine ottobre, è infatti spirata, sembrerebbe per soffocamento, strozzata da un boccone.  Immediati i soccorsi, allertati dai famigliari, ma all’arrivo degli operatori del 118, per lei non c’era più nulla da fare: era ormai in arresto cardiaco.

La tragedia nell’abitazione della giovane studentessa, in via 2 Giugno. Stando a una prima, ancora incerta ricostruzione, sembrerebbe che Ilaria abbia rigurgitato il cibo appena ingerito a pranzo. Il fratello ha allertato il numero di pronto intervento, notando che la 18enne non respirava più e versava in uno stato di incoscienza. E’ palusibile possa esseresi trattato di un soffocamento, ma è ancora troppo presto per accertarlo. Il personale del 118 ha effettuato diverse manovre di rianimazione, ma si sono rivelate un inutile tentativo di tenerla in vita: Ilaria, al loro arrivo, era stata già strappata alla vita.

Sul posto, oltre ai medici, numerosi residenti della zona, ancora increduli per l’accaduto. Dell’accaduto sono state anche avvisate le forze dell’ordine. Il medico legale ha eseguito una prima ispezione sul corpo della 18enne. Intanto, nel vuoto più totale lasciato da una una morte del genere, la notizia si è diffusa in pochi minuti in paese. La vicinanze ai due genitori colpiti dal lutto, padre foggiano e madre leccese, ma da tempo residenti a Giorgilorio,  è giunta anche dal sindaco di Surbo, Fabio Vincenti.  Risale appena a pochi mesi addietro un’altra notizia simile, nella quale morì una  bimba di soli 10 anni, a Melissano. Anche in quell’occasione, la sorte, spietata, la strappò alla vita per un boccone di traverso.