Tra mafia e legalità: l’IISS di Maglie incontra il fratello di Peppino Impastato

647

La mafia non è affatto invincibile; è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine. Piuttosto, bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave; e che si può vincere non pretendendo l’eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni” (Giovanni Falcone).

E, proprio nella giornata della memoria, del ricordo, di quel 23 maggio, come oggi, in cui nella strage di Capaci morirono il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta, l’IISS Enrico Mattei di Maglie darà vita a un incontro sulla legalità e sulla lotta alla mafia.

In collaborazione con Libera, in un percorso dal titolo emblematico Cento passi verso la legalità, le classi quinte dell’Istituto incontreranno il fratello di Peppino Impastato, uno dei quei cittadini inermi di cui parlava Falcone, il cui coraggio lo portò a ribellarsi alla strada mafiosa indicatagli dal padre, scegliendo la via della legalità e della denuncia. Una scelta che gli è costata la vita.

I ragazzi potranno così ascoltare le parole di un fratello che racconterà il vissuto quotidiano di una famiglia, il cui destino forse era già scritto.

Ma la forza di Peppino di ribellarsi al già visto e al già detto lo ha reso un eroe dei giorni nostri, un esempio da emulare e conoscere. E quale migliore occasione di conquistare tale sapere se non attraverso le parole di chi lo conosceva meglio? Appuntamento formativo assolutamente da non perdere.