Tap, Di Battista chiede scusa: “Ho illuso i salentini, mi merito di essere messo al chiodo”

3

“Mi merito di essere messo al chiodo, chiedo scusa a tutti i cittadini salentini perchè li ho illusi”. Così Alessandro Di Battista, in collegamento dal Nicaragua con lo studio della trasmissione “Accordi & Disaccordi” di Andrea Scanzi e Luca Sommi interviene sulla bufera scatenata contro il Movimento Cinque Stelle dopo il via libera a Tap. Le parole di Di Battista sono arrivate dopo aver visto il noto filmato girato durante un comizio a Melendugno in cui affermava che il progetto del gasdotto sarebbe stato “bloccato in due settimane”. “Quando ho visto questo video pubblicato ovunque”, aggiunge Di Battista “ho pensato che questo è il dovere del sistema mediatico, rinfacciare ai politici le promesse non mantenute”.

Io stesso mi ero illuso, ero convinto che saremmo riusciti a bloccarlo ma è evidente che quando ho detto questa frase intendevo qualora il Movimento avesse governato da solo. Ciò non è accaduto”. “Me lo merito tutto – conclude Di Battista – starò più attento con le parole e proverò a fare più pressione affinchè certe promesse che sono state fatte e sulle quali abbiamo preso voti vengano mantenute”.