Sorpresa sulla ss 7 ter, in un terreno agricolo spuntano 468 piante di marijuana

Una vera e propria piantagione quella scoperta, nella mattinata, dai carabinieri della stazione Santa Rosa, in una zona attigua al campo sosta “Panareo”.

13

Distrutta una coltivazione, se n’è subito impiantata un’altra. Era il 12 luglio quando i carabinieri scovarono nelle campagne attorno alla strada statale 7ter, dentro e attorno un casolare, non lontano dal campo sosta “Panareo”, una maxi piantagione di marijuana, con circa 600 esemplari. E questa mattina, pressappoco nella stessa zona, n’è stata scoperta un’altra. Anche questa volta il sequestro è stato fatto a carico di ignoti, ma è più che probabile che i coltivatori siano sempre gli stessi. Scampati all’arresto una prima volta, potrebbero essere tornati alla carica poco dopo.

La scoperta è avvenuta dall’alto. Durante un servizio coordinato di controllo del territorio, i carabinieri a bordo di un elicottero del 6° Nucleo di Bari hanno distinto chiaramente la piantagione proprio alle spalle del muro di cinta del campo sosta, in un terreno agricolo. Sono così andati sul posto i militari della stazione di Santa Rosa che hanno sequestrato, contato e campionato le piante di marijuana. Anche questa volta, un vasto numero, ben 468, di varie dimensioni, messe a dimora in vasi.

Le piante sequestrate, già delle dimensioni idonee per la produzione di stupefacente, sono state poi distrutte sul posto. E le indagini per risalire ai responsabili si sono messe in moto. C’è da ricordare che fra il primo ritrovamento e quello di oggi, ve n’è stato un altro, anche se in tutt’altra zona. L’11 agosto i carabinieri hanno scovato piante alte più di 2 metri all’interno di una masseria nella marina di Torre Rinalda, in quel caso arrestando il proprietario. Quasi 2mila, in quel caso, gli esemplari.