Schianto in auto in cinque. Alla guida neopatentato positivo a droghe e alcool

Leuca: nessun ragazzo ha riportato ferite gravi. Ma il conducente aveva bevuto. Trovate anche tracce di cannabis e cocaina

6257

Neopatentato, 19enne. E ora, chissà quando rivedrà il documento di guida. Perché se è vero che ai neopatentati il nuovo codice della strada richiede una sobrietà pressoché totale, in questo caso l’alcool è stato solo uno dei problemi. Al termine delle analisi, sono spuntate anche tracce di cocaina e cannabis. Una tripla positività che ha fatto scattare tutte le sanzioni di rito, fra denuncia e segnalazioni alla prefettura.

E bene è andata che nessuno si sia fatto veramente male. Perché in quell’auto rimasta distrutta, nella notte, erano in cinque. E perché l’incidente non è avvenuto su una buia e magari poco trafficata provinciale, ma quasi nel pieno della marina di Santa Maria di Leuca, nei pressi della ben nota Torre dell’Omo Morto, laddove la strada assume curve pericolose. E un punto in cui d’estate, anche a tarda ora, è facile trovare anche pedoni.

L’incidente è avvenuto intorno all’1,15 di notte. Sul posto sono arrivati i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Tricase. Gli accertamenti per ricostruire la dinamica sono al momento in corso. Ma le risposte arrivate dalle analisi richieste dai militari e svolte presso l’ospedale “Cardinale Panico” pongono già un pesante tassello sulle responsabilità del conducente. Nessuno, comunque – tutti ragazzi della zona di Castrignano del Capo -, ha riportato lesioni particolari. Né sono rimasti coinvolte altre persone. Le uniche notizie positive di una nottata da dimenticare all’ombra di un’antica torre con un nome dai rimandi tanto sinistri.