Rocambolesco inseguimento a Racale: malvivente fugge in campagna.

All'alt della polizia l'auto ha aumentato la velocità dando vita ad un inseguimento conclusosi a Torre Suda.

360

Nel pomeriggio di ieri, un equipaggio della volante, al termine di un inseguimento conclusosi nelle campagne di Torre Suda, Marina di Racale, ha recuperato un’autovettura risultata rubata e condotta, nella circostanza, da un individuo che è riuscito a guadagnare la fuga dopo aver abbandonato il veicolo in aperta campagna.

L’ inseguimento si è verificato verso le ore 15:40 quando la volante aveva intercettato una Opel Corsa con un individuo a bordo, nei cui confronti veniva intimato l’alt. Quest’ultimo, anziché fermarsi, ha aumentato improvvisamente la velocità tentando di seminare la volante, costretta, nel frattempo, ad azionare i dispositivi sonori e visivi nel tentativo di bloccare l’auto in fuga. Durante l’inseguimento veniva accertata, tramite contatto con la centrale operativa, la provenienza furtiva dell’auto che a forte velocità aveva intanto imboccato la periferia del paese sino ad arrivare in aperta campagna. Lì il malvivente è poi sceso dall’abitacolo dileguandosi definitivamente a piedi, sebbene gli agenti lo abbiano inseguito per alcune centinaia di metri.

L’autovettura recuperata è stata subito restituita al legittimo proprietario, un uomo di Racale che ne aveva subito il furto alcuni giorni fa mentre stava lavorando in campagna. All’interno della stesso abitacolo è stata recuperata inoltre refurtiva diversa. Si tratta dei documenti di identità e di circolazione di un altro uomo di Matino che nel primo pomeriggio di ieri aveva subito il furto della sua borsa lasciata sul sedile di un Ape Piaggio mentre era parcheggiato di fronte casa. Al momento non sono state individuate cose o tracce in grado di agevolare l’identificazione del malvivente. Tuttavia, prosegue l’attività investigativa per risalire alla sua individuazione, cercandolo tra i ladri seriali gravitanti nel circuito degli stupefacenti.