Pontili comunali nel porto: Proloco sollecita soluzione per il mantenimento

A marzo il Consiglio di Stato ha sancito la necessità dello smontaggio nei mesi invernali. Il 19 ottobre è in programma la conferenza dei servizi

4263

La Proloco di Otranto chiede una soluzione condivisa per il mantenimento dei pontili comunali nell’area portuale. La sollecitazione è rivolta a tutti gli enti che siederanno alla conferenza dei servizi prevista per il 19 di ottobre nella quale saranno chiamati a esprimersi su una nuova soluzione progettuale.

Secondo la Pro Loco, infatti, l’infrastruttura “ha giovato e giova alla tutela di un’area che prima dell’installazione dei pontili era abbandonata a se stessa ed utilizzata al di fuori da ogni regola. Con la realizzazione dei pontili quello spazio ha invece trovato un ordine che bene si inserisce nella scena urbana, è coerente con la destinazione dell’area, costituisce motivo di attrattiva turistica, ha portato vantaggio economico alla città, ha ridotto l’impatto ambientate in materia di abbandono incontrollato di rifiuti in mare, tutti vantaggi di cui questa proloco ha avuto riscontro nelle testimonianze di cittadini e turisti”.

Sulla vicenda dei pontili si è consumato un contenzioso amministrativo che il Consiglio di Sato ha risolto a favore dell’ipotesi dello smontaggio durante la stagione invernale. Tesi, questa, sostenuta dalla Soprintendenza per ragioni di integrità del paesaggio e del contesto storico e culturale dei bastioni che risulta alterato dalla struttura. In precedenza il Tar di Lecce aveva accolto il ricorso del Comune di Otranto contro il diniego che la Soprintendenza aveva opposto alla sostituzione dei pontili galleggianti con altri sostenuti da pali infissi sul fondale.