Piazzavano banconote false in tutto il Salento: 6 persone arrestate.

85

SALENTO – Avrebbero spacciato banconote da 100 euro false, truffano decine di commercianti tra Lecce, Brindisi, Taranto ed il Calabrese. Una vera e propria associazione per delinquere, capace di piazzare ai danni di piccoli venditori anche circa 10 banconote in poche ore, che agiva tra il Salento, Bari e la provincia di Cosenza. Sei persone – quattro tarantini e due napoletani – sono stati arrestati all’alba dagli agenti della Squadra mobile della Questura di Taranto, unitamente ai poliziotti della Questura di Napoli, in esecuzione di un’ordinanza di altrettante misure cautelari emesse dal gip di Taranto, su richiesta della Procura della Repubblica ionica.
Le sei persone arrestate, come detto, avrebbero spacciato in maniera continuativa  banconote false nell’intero Salento, nel capoluogo barese nonché tra Cosenza e dintorni. In totale, le truffe sarebbero state compiute in 21 comuni. A finire nel mirino degli imbroglioni, in particolare, vari piccoli esercizi: ferramenta, farmacie, enoteche, salumifici, ottiche, rosticcerie, rivendite di generi alimentari e frutta, panifici, paninoteche, profumerie. Tutti negozi che, prima di entrare in azione, venivano accuratamente individuati: dovevano essere privi di telecamere di sicurezza e dei dispositivi per verificare l’autenticità delle banconote.
Soltanto alcuni giorni fa, i carabinieri denunciarono un giovane originario di Catania, responsabile di numerose truffe ai danni dei negozianti della provincia di Lecce.

Condividi