Paura nelle acque di Gallipoli, turista rischia di annegare: salvato da una bagnina

Momenti di paura questa mattina a Le Sirenè dove un anziano turista ha rischiato di annegare.

4755

La tempestività e il coordinamento sinergico degli addetti al salvataggio di stanza presso il lido attrezzato di pertinenza dell’ecoresort Le Sirenè ha evitato il peggio. E nonostante attimi di tensione e paura tutto si è concluso in maniera positiva. Un turista campano 70enne, originario di Castellamare di Stabia, ospite della struttura alberghiera della catena Caroli hotels, è stato provvidenzialmente tratto in salvo dopo aver rischiato seriamente di annegare nello specchio d’acqua antistante lo stabilimento.

Poco dopo le 11,30 di questa mattina infatti l’uomo era intento a fare un bagno ma, a causa del mare agitato, ha avuto forti difficoltà a far rientro verso la riva ed ha cominciato ad annaspare. Dalla postazione di controllo la responsabile del team di salvamento dell’ecoresort, Sara Iurlaro, ha notato subito due donne sbracciarsi sulla spiaggia e correre verso lo specchio di mare antistante l’area attrezzata dello stabilimento dell’hotel. Da qui ha intuito subito che qualcosa di anormale stava succedendo.

Compresa la natura dell’allarme la stessa responsabile dei bagnini, insieme agli altri colleghi in servizio, si sono subito tuffati in acqua scorgendo in lontananza, a circa un centinaio di metri dalla riva, un uomo in evidente difficoltà che non riusciva a rientrare a causa del mare mosso. Sono quindi state attivate tutte le procedure di salvataggio e i bagnini sono in breve tempo riusciti a  raggiungere a nuoto l’anziano che già annaspava, respirava a fatica ed aveva ingerito acqua, ma che per fortuna non ha mai perso i sensi in alcun frangente.

Trasportato sulla battigia la situazione si è andata rapidamente normalizzando e il 70enne si anche ripreso gradualmente da solo, sempre assistito dal personale specializzato, e senza dover richiedere anche l’intervento dell’ambulanza del servizio di emergenza del 118. La storia dunque ha avuto un lieto epilogo e il turista campano ha ovviamente rivolto i suoi sentiti ringraziamenti ai suoi “angeli” che lo hanno strappato dalla furia del mare. “Siamo ovviamente felici dell’epilogo positivo di questa vicenda” ha commentato la responsabile del salvamento Sara Iurlaro,”il nostro ospite ci ha ripetutamente ringraziato per aver scongiurato guai peggiori notando la sua difficoltà in acqua”.