Pagano per iPhone e Ford Fiesta trovati online, ma la merce non esiste.

Sono due i salentini frodati. I carabinieri hanno rintracciato e denunciato per le truffe un napoletano e un legnanese

374

LECCE – Dall’iPhone 7 Plus, fino all’autovettura Ford Fiesta. Tutto in vendita su portali specializzati. Ma dietro agli affaroni c’era la solita truffa. Sia l’apparecchio, sia il veicolo, infatti, possono rientrare a pieno titolo nella categoria dei fantasmi. Di vero, in queste storie, ci sono i soldi. Quelli che i furbastri di turno si sono fatti accreditare, per poi sparire dalla circolazione senza far pervenire la merce.

Le vittime sono entrambe salentine. Una è una ragazza del Capo di Leuca, di 18 anni. Invaghitasi di un iPhone 7 plus visto su Ebay, ha versato a F.G., 43enne napoletano, 429 euro con carta Postepay per acquistarlo. Ma il gingillo non è mai arrivato (diciamo pure che non è mai partito) e il 43enne ha staccato tutti i ponti. A ritracciarlo e a contestargli il reato di truffa sono stati i carabinieri della stazione di Corsano, ai quali la malcapitata s’è rivolta presentendo denuncia.

E’ invece un uomo di Corigliano d’Otranto il secondo truffato. E di frode informatica risponde in questo caso G.A., 43enne di Legnano, in provincia di Milano. Il sito, stavolta, Subito.it. Nella vetrina virtuale il lombardo ha esposto una Ford Fiesta, chiedendo 2mila e 500 euro. Un’occasione che il salentino proprio non voleva lasciarsi sfuggire. Peccato che virtuale, oltre la bacheca, fosse anche la Fiesta. Sul conto Postepay il 43enne s’è fatto accreditare la sommetta, e addio: irreperibile. A scovarlo, ci hanno pensato in questo caso i carabinieri della stazione coriglianese.