Ordigno sotto casa dell’uomo già vittima di un pestaggio: mistero a San Cesario

Danneggiata la vetrata dell’abitazione dell’uomo, già vittima nel luglio scorso di un pestaggio. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

4255

Una violenta deflagrazione, nel cuore della notte, devasta la finestra di un’abitazione. L’esplosione di un grosso petardo intorno alle 2 a San Cesario di Lecce, all’esterno di una casa in via Michele Saponaro. Il destinatario del messaggio intimidatorio sarebbe il proprietario: A.C., un 37enne del luogo, lo stesso ad aver allertato il 112 dopo aver udito il crepitio dei vetri.

La lastra, infatti, è stata ridotta in frantumi dall’onda d’urto. Fortunatamente, la finestra non era quella corrispondente alla camera da letto e le schegge non hanno potuto raggiungere nessuno dei presenti. Il 37enne, noto alle forze dell’ordine per dei reati contro il patrimonio, si è rivolto ai carabinieri per segnalare l’accaduto. Sul posto, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia leccese, i quali hanno inizialmente ascoltato la vittima dell’episodio.

Quest’ultima ha dichiarato di non aver ricevuto alcuna forma di intimidazione, ma gli inquirenti sono al lavoro per visionare i lunghi filmati delle videocamere di sorveglianza. In quei fotogrammi, probabilmente, potrebbe esserci quanto meno il modello dell’auto utilizzata dai malviventi. Si sta inoltre cercando di stabilire un’eventuale correlazione sul fatto delle ultime ore con un altro, di due mesi addietro, accaduto invece durante la festa patronale a San Cesario di Lecce. In quell’occasione, infatti, il 37enne fu pestato nei pressi di una stradina del centro, per motivi tuttora in fase di accertamento. Dei due aggressori di quella notte, infatti, non vi è tuttora traccia.