Marchio in proprio, maglie con la storia della città, abbonamenti: il Lecce riparte

Il vice presidente Corrado Liguori ha presentato "M908" e annunciato i prezzi per seguire la squadra in serie B. Possibili anche tessere aziendali non nominative

6465

Nella sede della Banca Popolare Pugliese l’Us Lecce ha presentato non solo la campagna abbonamenti per il prossimo campionato di serie B, ma anche le nuove divise da gioco e la linea di abbigliamento in proprio studiata più come iniziativa di identificazione tra il club e la sua gente che come occasione di profitto.

Il vice presidente Corrado Liguori ha fatto gli onori di casa, affiancato dal direttore generale dell’istituto, Mauro Buscicchio. Il punto di partenza è stato il marchio M908, che farà le veci dello sponsor tecnico – dal 2013 era Legea – e al contempo sarà una linea di abbigliamento sportivo. M come mille, che con 908 compone la storica data di nascita del calcio a Lecce. Ma la lettera è anche una rappresentazione stilizzata della parta superiore della testa della lupa, simbolo insieme al leccio della città capoluogo.

“Saremo la prima unica società di serie A e B ad avere un marchio tutto suo” ha dichiarato orgogliosamente Liguori che ha spiegato anche il circolo virtuoso che si intende così attivare: i ricavi delle vendite finanzieranno il settore giovanile e rafforzeranno lo scouting per consentire nel medio lungo periodo alla prima squadra di attingere dal proprio vivaio. Per quanto riguarda le divise da gioco, la prima maglia presenta delle strisce giallorosse più larghe di quelle dello scorso anno. Sono la seconda e la terza a presentare le novità più interessanti: quella bianca, infatti, richiama la pietra leccese, quella blu scuro piazza Sant’Oronzo. Verde e celeste, invece, la divisa dei portieri. La vendita al dettaglio sarà riservata al partner commerciale Salentinamente, poi ci sarà quella on line.

Il punto di riferimento utilizzato per stabilire i prezzi della campagna abbonamenti sono stati i costi della stagione 2009-2010, più cinque euro; previsti sconti importanti per gli abbonati della scorsa stagione e comunque una riduzione anche per quelli dell’anno precedente che non avevano rinnovato.

Per illustrare la convenienza di sottoscrivere l’abbonamento, Liguori ha preso come esempio i prezzi per la curva: la singola partita costerà in curva 14 euro, mentre 9,99 sarà la media del costo per i nuovi abbonati (che hanno diritto anche alla prelazione del posto). Per i vecchi sottoscrittori il costo unitario a partita sarà di 6,43 euro, di 7,86 per gli abbonati del 2016. In linea di massima si è voluto procedere a una semplificazione delle varie opzioni: come sempre sarà possibile fare abbonamenti ridotti, riservati a under 18, over 65 e donne. Eliminata la formula famiglia.

L’Us Lecce ha voluto anche la formula per abbonamenti aziendali: possibili quelli da 10 a 25 tessere oppure da 26 in su a prezzi ancora inferiori: la particolarità che non saranno nominativi per cui le imprese potranno utilizzarli come incentivi e premialità per dipendenti e clienti. La prima fase di sottoscrizione è dal 6 luglio 18 agosto presso gli sportelli della banca, dal 20 agosto fino alla prima partita casalinga la seconda. Venerdì dunque il via nella sola sede leccese di via XXV luglio dove si potrà accedere anche il venerdì fino alle 19 e il sabato mattina. In tutte le altre filiali – Tricase, Ugento, Aradeo, Supersano, Melendugno, Otanto, Gallipoli 66, San Donaci, Santa Maria di Leuca – si seguiranno gli orari di sportello.

Il club ha pensato anche di fare un regalo in esclusiva a chi accorderà per la prima o per l’ennesima volta la propria fiducia: tutti gli abbonati potranno scegliere in omaggio il pallone con il logo della società e il marchio M908 o la felpa double face la cui particolarità è di avere un risvolto tutto rosso – oppure a strisce giallorosse – pensato per le gare in cui ci sarà la “chiamata alle armi”, per i match particolarmente delicati per le sorti del campionato o per rivalità sportiva. Infine, se si taglierà il traguardo delle 10mila tessere, il partner Salentinamente regalerà un cappellino.