Lecce “invasa” dai turisti: lunghe code e traffico in tilt. L’opposizione attacca

In una nota il Comune ha spiegato che si tratta, in larghissima parte, di mezzi appartenenti a turisti e visitatori. Difficoltà nella circolazione

4197

Gli effetti del maltempo e di un’estate capricciosa hanno colpito in mattinata il capoluogo salentino, dove a risentirne è stata la circolazione stradale. Si è verificato, infatti, un afflusso straordinario di automobili in città, provenienti soprattutto dagli ingressi dalla strada statale 16 e 101.

In una nota il Comune ha spiegato che si tratta, in larghissima parte, di mezzi appartenenti a turisti e visitatori. Il traffico ha creato difficoltà nella circolazione in particolare in prossimità della rotatoria di ingresso da Maglie e delle arterie poste in entrata da Gallipoli. Le condizioni meteo non adatte per trascorrere la giornata in spiaggia ha spinto un grande numero di turisti a preferire la visita della città di Lecce, spostandosi in massa dalle località turistiche della costa.

Dunque se, da un lato, il centro storico si è riempito fin dal mattino di turisti in visita, per la felicità dei gestori delle attività commerciali, dall’altro i viali di accesso alla città sono stati interessati da code e rallentamenti. “La polizia locale di Lecce è intervenuta tempestivamente mobilitando in strada anche personale normalmente al lavoro in ufficio. Ciò ha consentito che nella mattinata non si verificassero incidenti e che il disagio non andasse oltre la fisiologica attesa in coda”.

 “Il traffico automobilistico registratosi oggi in entrata da sud – dichiara il comandante della polizia locale di Lecce Donato Zacheo – ha assunto dimensioni inedite per il periodo. La Polizia Locale è mobilitata al massimo dei suoi mezzi sulle strade cittadine per regolare il flusso di automobili che resta consistente ma che siamo impegnati a mantenere ordinato. Il consiglio in questi casi è di raggiungere Lecce ove possibile con mezzi pubblici e con il mezzo proprio preferire le zone semicentrali per il parcheggio, scegliendo di muoversi a piedi verso il centro”.

 “Code chilometriche di auto e varchi bloccati dalle strade provinciali, traffico in tilt in centro e rallentamenti significativi sulle circonvallazioni: è questo il “benvenuto” con cui il sindaco di Lecce e assessore al Traffico Carlo Salvemini ha accolto i turisti e i visitatori che questa mattina hanno scelto di visitare il capoluogo salentino”, il commento del segretario provinciale di forza Italia, Paride Mazzotta. “Ci dispiace smentire chi crede nella “straordinarietà” di questo evento: in realtà il traffico turistico di queste settimane era ipotizzabile e facilmente prevedibile. Sarebbe bastato dare un’occhiata ai dati di agenzie ed enti accreditati che anche quest’anno pongono Lecce e il Salento ai vertici della classifica delle mete preferite per le vacanze estive. Nulla di tanto straordinario e imprevedibile, dunque, sul fronte del flusso veicolare in entrata in città. Ciò che deve ritenersi veramente “straordinario” è il fallimento del Piano mobilità che lo stesso Salvemini ha messo a punto per l’estate 2018”.