Inseguimento nel mare di Leuca: fermato scafo con 1000 chili di marijuana. Tre arresti

La marijuana sequestrata avrebbe fruttato al dettaglio sul mercato clandestino circa 10 milioni di euro.

4173

Un inseguimento in mare e poi il sequestro. Le vedette della guardia di finanza hanno bloccato un motoscafo che trasportava una tonnellata di marijuana.
L’operazione avvenuta nel basso Adriatico è stata portata a termine con il supporto dei mezzi aeronavali impegnati nell’operazione “Themis 2018” dell’Agenzia Frontex coordinata, a livello nazionale, dall’lnternational Coordination Centre (I.C.C.), istituito presso il Comando Operativo Aeronavale Guardia di Finanza di Pratica di Mare (RM) e in Puglia, dal Gruppo Aeronavale di Taranto.

I mezzi aeronavali hanno intercettato, in pieno giorno, al largo di Santa Maria di Leuca, un potente motoscafo, che navigava a lento moto verso le coste italiane con la linea di galleggiamento dello scafo particolarmente bassa. Questo dettaglio ha insospettito i finanzieri che hanno intimato l’alt al natante. I conducenti, però, aumentando la velocità si sono allontanati per sottrarsi al controllo.

Le vedette delle Fiamme Gialle sono riuscite, dopo un breve inseguimento ad elevata velocità, ad abbordare il motoscafo in movimento e a bloccarlo. A bordo dell’imbarcazione i militari hanno individuato nella cabina di prua ben 49 colli di marijuana.

Il mezzo utilizzato per l’illecito traffico, un motoscafo veloce lungo 10 metri circa, è stato sequestrato e condotto agli ormeggi della sezione operativa navale guardia di finanza di Otranto. Gli scafisti, A. M. di 34 anni, E. A. di 30 anni, entrambi di Valona e M. G. di 65 anni, nato a La Spezia, sono stati arrestati per detenzione e traffico internazionale di

stupefacenti e posti a disposizione della competente autorità giudiziaria. La marijuana sequestrata dai finanzieri era confezionata in involucri di varie dimensioni, per un peso di circa una tonnellata che, complessivamente, al mercato clandestino avrebbe fruttato al dettaglio quasi dieci milioni di euro.