Folle triplice omicidio in strada, morti padre e figlio e zia per colpi d’arma da fuoco

E' successo a Cursi, in via Tevere, in tarda serata. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Norm di Maglie e gli operatori del 118. Arrestato un vicino di casa, Roberto Pappadà, 57enne

5613

Tre morti per una sparatoria. È successo in tarda serata a Cursi, dove una lite tra vicini è completamente degenerata e due persone sono rimaste uccise da alcuni colpi di arma da fuoco. Si tratta di Francesco Marti, 63 anni, Andrea Marti, 36 anni, e Maria Assunta Quarta, 55 anni. L’omicida è Roberto Pappadà, 57 anni. All’origine del gesto ci sarebbero stati diversi litigi, forse a causa di parcheggio. Motivi futili, comunque.

Pappadà, poco dopo le 23, ha visto tornare a casa la famiglia Marti e ha cominciato a sparare per strada con una 357 Magnum. Sono morti quasi subito padre e figlio, mentre la zia è deceduta in ospedale a Lecce a causa delle profonde ferite riportate. Ferita anche la madre, Fernanda Quarta, che ha riportato solo ferite leggere. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno fermato Pappadà e lo hanno condotto in carcere. L’uomo si è consegnato senza opporre resistenza.