Ferrovie del Sud Est, sul futuro incerto vertice oggi con Trenitalia

1232

fse mappa

Allontanando l’ipotesi di fallimento si potrà dare il via all’operazione di passaggio delle Ferrovie del sud Est a Trenitalia. Tutti favorevoli ma bisogna superare grossi ostacoli. Prima di tutto è necessario immettere nuovo capitale per riorganizzare l’intera azienda dal punto di vista dei servizi e della gestione, come sostiene il commissario Andrea Viero, oggi in un incontro a Roma per discutere proprio del futuro di Fse con i vertici di Trenitalia e di Rfi e i Tecnici del Ministero dei Trasporti. Inoltre l’azienda nazionale vuole dei chiarimenti sui 350 milioni di euro di debito, un grosso ostacolo per l’acquisizione. I sindacati sono favorevoli, anzi, premono per accelerare le manovre per salvaguardare 1300 posti di lavoro.

Per il governatore della Puglia, Michele Emiliano, la soluzione migliore sarebbe far ripartire la società da zero, creando una newco e lasciare i debiti in una bad company e dando in gestione la nuova azienda direttamente alla Regione. In alternativa dovranno essere erogati 100 milioni per la ristrutturazione, ma non si sa ancora chi dovrebbe mettersi le mani in tasca.