Il Dolce Riva rimane sotto sigilli, il Riesame respinge richiesta di dissequestro

L'avvocato Finocchito: "Valutiamo il ricorso in Cassazione".

3

Resta sotto sequestro uno dei lidi più famosi del Salento, il “Dolce Riva” di località Cerra, nei pressi di Otranto. Il Tribunale del Riesame di Lecce ha infatti respinto l’istanza di dissequestro della struttura balneare, così come aveva fatto, a giugno scorso, Il gip del Tribunale di Lecce, Carlo Cazzella, dopo l’apposizione dei sigilli avvenuta a metà dicembre scorso nell’ambito dell’inchiesta che vede indagati, come prassi, i due titolari e il progettista della struttura, in funzione dal 2008.

“Ovviamente, non conoscendo allo stato le motivazioni della conferma – afferma l’avvocato Mauro Finocchito –, l’unica dichiarazione che posso fare in qualità di difensore è che mi riservo di leggere le motivazioni quando saranno depositate, per capire quale, tra le varie contestazioni poste a base del decreto di sequestro, sia stata valorizzata dal Tribunale del Riesame e di valutare insieme al collega Stefano De Francesco se ricorrere, come probabile, in Cassazione”.