Controlli a Torre dell’Orso, un arresto per spaccio. Smantellate tende abusive in pineta

Nella tarda serata di ieri i servizi straordinari con l’utilizzo di 100 uomini delle forze dell’ordine: sorpresi e denunciati spacciatori e venditori ambulanti.

4097

La polizia impegnata sul litorale di Torre dell’Orso, per il contrasto dell’occupazione abusiva della pineta, dello spaccio di droga e all’abusivismo commerciale. A partire dalla tarda serata di ieri e fino alle prime ore della giornata odierna, infatti, gli agenti hanno dato vita al servizio organizzato durante le riunioni congiunte tra Comune, prefettura e questura, alla presenza del comandante della polizia municipale di Melendugno e degli amministratori locali. Un centinaio di poliziotti tra squadra mobile,  Reparto prevenzione crimine, commissariato di Otranto, comando provinciale dei carabinieri, guardia di finanza e polizia locale, è intervenuto nella nota località turistica dell’Adriatico.

Il cittadino senegalese Mouhamed Seck, di 21 anni, con permesso regolare sul territorio italiano, è stato sorpreso a spacciare alcune dosi di marijuana nella zona antistante una gelateria, poco distante dalla pineta. Sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 28 grammi di marijuana divisa in dosi ed è finito in arresto. Ma non è tutto. Un 20enne marocchino, sottoposto a un controllo in via Cile, è stato sorpreso in possesso di circa 4 grammi di marijuana e segnalato come assuntore agli uffici della prefettura. Un 45enne senegalese, invece, trovato senza permesso di soggiorno, è stato colpito da un provvedimento di espulsione ed è stato portato in un centro di trattenimento e da lì sarà accompagnato in Senegal. Sono state controllate ed identificate 57 persone ed effettuati otto sequestri di merce a carico di altrettanti venditori abusivi.

Nel corso dei numerosi controlli ai venditori ambulanti, non sono stati rilevati casi di vendita di prodotti dal marchio contraffatto e sono stati elevati verbali per sanzionare tre venditori senza licenza, e due occupazioni di suolo pubblico. Nel corso della fase finale dell’attività, inoltre, è stata effettuata una capillare perlustrazione della pineta, dove sono stati individuati e successivamente smantellati tredici insediamenti abusivi, consentendo alla ditta “Ecoteknica” di ripulire l’area.