Cocaina, hashish e tre fucili in casa: insospettabile coppia in manette a Taurisano

Il blitz degli agenti del Commissariato. L’uomo è in carcere mentre la donna è agli arresti domiciliari.

3695

Una insospettabile coppia finisce nei guai. Un operaio 35enne e la moglie 28enne in manette, a Taurisano, per detenzione di droga e armi. Alessio Potenza e Debora Licci, entrambi incensurati e sconosciuti fino ad oggi alle forze dell’ordine, sono stati infatti fermati nelle ultime ore dagli agenti di polizia del commissariato di Taurisano, guidati dal vicequestore Salvatore Federico (il secondo da sinistra nella foto).

La perquisizione nella casa dei due coniugi è stata eseguita nella mattinata di ieri,  durante un controllo finalizzato alla repressione dello spaccio di stupefacenti nel comune del basso Salento. Nelle stanze dell’abitazione, gli inquirenti hanno rinvenuto 11 grammi di cocaina, suddivisa in 18 dosi confezionate in carta cellophane e pronte per essere immesse sul “mercato” locale. Altri 300 grammi della stessa sostanza, inoltre, erano suddivisi in cinque panetti avvolti in bustine sottovuoto e ben sigillati. E non è tutto. Sempre in casa, oltre alla cocaina, i poliziotti hanno scovato anche due chili di marijuana, confezionati in 22 sacchetti e dieci panetti  di  hashish per un totale di un chilo.

Assieme alla droga, anche tre bilancini di precisione, per pesare lo stupefacente prima del confezionamento. Ma la scoperta ancora più inquietante è stata un’altra: non soltanto il kit per lo spaccio, bensì  tre fucili. Uno a canne mozze calibro 12 con canne tagliate e matricola abrasa, il secondo dello stesso calibro ma senza marca e l’ultimo da caccia. Il tutto è stato immediatamente sottoposto a sequestro e, informata la Procura della Repubblica di Lecce, il 35enne è stato trasferito nel carcere di Lecce e la giovane moglie ristretta ai domiciliari. Il primo è difeso dall’avvocato Valeria Carolì, la ragazza dal legale Ada Alibrando, entrambi del Foro di Lecce.