Calci e pugni alla ex e tenta di violentarla: lei in ospedale, lui in manette

Arrestato un 41enne di Collepasso. La malcapitata soccorsa dal 118. L'uomo rintracciato dai carabinieri una volta ritornato a casa propria

6468

Non sempre si riesce ad accettare con serenità la fine di una relazione sentimentale. Ma troppo spesso, il naturale sconforto che può albergare nel cuore di un uomo si trasforma in rabbia cieca che può sfociare in violenza pura.

Come avvenuto nel caso di M.C., 41enne di Collepasso. Solo l’ultimo di una serie interminabile di episodi che avvengono ogni giorno in tutta Italia, con dinamiche molto simili. I carabinieri della stazione locale l’hanno arrestato dopo una chiamata al 112. A farla sono stati alcuni vicini di casa della donna, anche lei di Collepasso.

In casa della donna per la quale covava un sentimento morboso, distorto, il 41enne sarebbe arrivato nel primo pomeriggio di ieri con l’intenzione “tipica” di un chiarimento, di parlare per cercare di riannodare i fili di una storia durata alcuni mesi e finita, comuque, da diverso tempo. Tutto degenerato ben presto in botte. Calci e pugni ai danni della malcapitata, che avrebbe anche subito un tentativo di approccio sessuale, fallito quando lei s’è divincolata.L’uomo, quando le urla hanno  attirato il vicinato, è poi andato via ed è in casa sua che i carabinieri l’hanno rintracciato, poco dopo, arrestandolo per atti persecutori e tentata violenza sessuale. Sentito il magistrato di turno, si trova ai domiciliari. La vittima, invece, è stata soccorso dagli operatori del 118 e condotta presso l’ospedale “Ignazio Veris Delli Ponti” di Scorrano. Visitata e medica, è stata poi dimessa con una prognosi di cinque giorni. Le ricostruzioni dei fatti hanno consentito di avere un quadro più chiaro della vicenda, facendo scattare l’arresto.