Autocisterna di gpl sfonda il guardrail e si ribalta: tragedia sfiorata sulla litoranea

L'episodio è avvenuto intorno alle 11.30 sulla strada Porto Badisco-Otranto.

3261

A soli due giorni dalla drammatica esplosione sull’autostrada in Emilia Romagna (nel quale sono rimasti feriti due poliziotti), paura nel Salento per un’autocisterna che si rovescia sull’asfalto. E’ accaduto intorno alle 11 e mezzo di questa mattina, sulla litoranea che collega Otranto a Porto Badisco, all’altezza di Torre Sant’Emiliano, uno dei punti più celebri del paesaggio salentino.

Un’autocisterna che trasportava Gpl, per motivi tuttora sconosciuti, si è infatti rovesciata sul fianco destro, autonomamente.  Non sono stati infatti coinvolti altri mezzi e il conducente ha fatto tutto da solo, nonostante il tratto stradale sul quale stava viaggiando fosse un rettilineo. Dopo la violenta sbandata, il conducente ha divelto un’ampia porzione di guardrail, per circa una quindicina di metri, per poi ribaltarsi. Fortunatamente, la parte del mezzo che contiene il gas non ha subito deformazioni, né provocato incidenti ulteriori.

Immediati i soccorsi, allertati dagli altri automobilisti di passaggio. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco del comando provinciale e del distaccamento magliese, anche i carabinieri della stazione idruntina per le operazioni di messa in sicurezza del tratto. Il conducente intanto, un 34enne leccese, è stato preso in cura dagli operatori del 118, è stato accompagnato in ospedale. Non ha riportato gravi lesioni, ma un forte stato di agitazione per l’accaduto.

Dagli accertamenti clinici non sarebbe emerso nulla di particolarmente grave: soltanto lievi escoriazioni. Sottoposto ai test per verificare l’eventuale assunzione di alcol prima di mettersi alla guida, è risultato negativo. Si attendono, però, quelli relativi alle sostanze stupefacenti, eseguiti soltanto nel primo pomeriggio e dagli esiti non ancora disponibili.